Punti di debolezza degli edifici in legno: UNO!

 

Il legno è un materiale che vive nel tempo.

Abbiamo incontrato Mirko Franzoso, un architetto che, insieme al socio Mauro Marinelli, molto ha lavorato e lavora con il legno e, anzi, proprio dal legno ha ricevuto grandi soddisfazioni. Per il  progetto della Casa sociale di Caltron, Mirko, già premiato come “giovane talento dell’architettura italiana 2016”, ha collezionato nel 2018 una menzione speciale nella sezione opere pubbliche al Premio Archilegno 2018, un riconoscimento speciale alla Biennale di Architettura di Venezia, una segnalazione nella Rassegna “Architettura Arco Alpino”, una menzione anche nell’ambito del Premio “Medaglia d’Oro per l’Architettura Italiana 2018” alla Triennale di Milano, il secondo premio “Pirano Award”. Proprio il progetto della Casa Sociale di Caltron ci ha dato la possibilità di confrontarci su temi che per noi sono pane quotidiano e che troppo spesso diamo per scontati. Riportiamo qui ciò che ci ha raccontato Mirko.

 

Una “casa” che i bambini vedessero cambiare e crescere con loro.

La Casa Sociale di Caltron è stata costruita in legno. Perché solo il legno si armonizza con il contesto in cui è costruito dal punto di vista ambientale ma anche umano e sociale. I pilastri con cui è stato concepito sono i meli della Val di Non. Meli che poi diventano tronchi che poi diventano pilastri. Il legno ha permesso di modificare il meno possibile il suolo, difficile e ripido, perché il legno non necessita di entrare dentro il terreno. Anzi, va tenuto alzato di almeno 20- 30 cm dal suolo per non incorrere in problematiche dovute all’umidità, a meno di non essere sottoposto a lavorazioni particolarmente sofisticate. Il legno è un materiale reversibile, non solo perché non distrugge il suolo ma anche perché, essendo un materiale a secco, non diventa obsoleto, si integra nell’ambiente o viene facilmente smaltito. Il legno è materia viva che evolve negli anni crescendo con chi lo abita.

 

Il legno si auto protegge.

Il legno con cui venivano costruiti gli edifici di questa zona del Trentino (Val di Non) non era trattato perché invecchiando naturalmente aumentava la sua vita utile, oltre a guadagnare fascino. Cosa significa che il legno “invecchia”? Che da buon vecchio saggio, il legno si auto protegge da microorganismi ed agenti esterni, creandosi una patina, una specie di sudore che, come una seconda pelle, cambia colore a seconda dell’esposizione che ha rispetto alla luce, al sole, all’acqua e acquista sfumature diverse. Il legno diventa prima grigio e poi più scuro ancora e finisce per armonizzarsi mimeticamente con tutto ciò che ha intorno. Proprio come le cortecce degli alberi che sono scure. Il legno vive con chi lo abita. Una casa in legno respira e diventa grande con te. Non è affascinante? Ma non solo…

 

Il legno anche nel paesaggio agricolo.

 Mirko ha condotto uno studio per un progetto pilota per le nuove edificazioni nelle aree agricole del Trentino da realizzare preferibilmente in legno. I manufatti delle aree agricole, in realtà, si prestano bene all’edificazione in legno, non solo in Trentino, ma ad esempio in Toscana, in Friuli, in Veneto e ovunque ci sia legno a disposizione, perché il legno permette ampliamenti e ristrutturazioni in tempo record. Pensiamo alle stalle, che hanno bisogno di ampliamenti continui…se costruite e già pensate così in fase di progettazione, non sono altro che una sequenza di capriate che poi vengono tappate ai lati per essere chiuse. Per ampliare, basta aprire un lato e continuare la sequenza di archi. Ma non solo…

 

Punti di forza degli edifici in legno. 

  • È un materiale reversibile, non lascia scheletri diroccati che guastano ambiente e paesaggio.
  • È un materiale a secco che permette di costruire, ristrutturare, ampliare in tempi record.
  • Permette un maggior controllo e precisione rispetto agli edifici in cemento o altro materiale, in fase di posa in opera. Perché la carpenteria prepara i pezzi prima di montarli con macchine super precise, dove l’errore di tolleranza praticamente non esiste. Inoltre l’architetto o il progettista si confrontano con il carpentiere fin dall’inizio, dal progetto esecutivo fino a quando il disegno viene introdotto nel software della carpenteria per andare in macchina, dopo essere stato vagliato da un “ingegnere del legno” che ne studia tutti i dettagli strutturali.
  • È il materiale ideale per ristrutturazioni su edifici vecchi e nuovi, ampliamenti, aggiunte laterali, sopraelevazioni. Perché pesa meno del mattone, della pietra e del cemento e non grava sulle strutture.
  • Permette di lasciare a vista la struttura anche all’esterno, senza rivestimenti perché il legno è decorativo per definizione.
  • È un materiale vivo.
  • In caso di incendio, non collassa come gli edifici in cemento armato, ad esempio, dove l’acciaio si snerva subito.

 

Punti di debolezza degli edifici in legno: UNO!

  • È un materiale prezioso, delicato. Se non costruisci bene, la tua casa o l’edificio andranno incontro a seri problemi. Nei casi migliori potrebbero verificarsi marciumi, nei casi peggiori la struttura potrà anche crollarti addosso. Purtroppo ci sono ditte che fino a ieri hanno costruito in cemento e, poi, di punto in bianco, grazie anche alla spinta degli ultimi anni sul confort abitativo e le case ecosotenibili e CasaClima (che non è sinonimo di case in legno…), iniziano a lavorare il legno per inseguire un mercato che non conoscono, improvvisandosi.

 

In conclusione, noi di Casa Pollam, ricordiamo che…

…il legno non è per tutti. Scegli il legno se pensi che sia un materiale che ti assomigli, che assomigli alla natura perché dalla natura viene, se ne percepisci il calore, se pensi che la vita del pianeta e dell’ambiente che abiti valgano più della vita di un singolo edificio. E se scegli il legno, scegli con cura il progetto e affida la costruzione a chi con il legno è cresciuto, chi lo ha respirato, maneggiato, abitato da quando è nato. Come noi.

GRAZIE a Mirko Franzoso. Da oggi abbiamo un amico in più.

Studio FRANZOSOMARINELLI
Piazza Navarrino 13
38023 Cles – Tn
info@franzosomarinelli.com

Per qualsiasi informazione o dubbio

contattaci

saremo lieti di aiutarti a individuare la soluzione più adatta alle tue necessità