Hotel di lusso? SÌ ma, ecosostenibili

 

L’efficienza energetica è sempre stata una priorità per il settore turistico-alberghiero. Questo non dovrebbe sorprendere, in considerazione del fatto che i costi dell’energia rappresentano la seconda spesa più importante per il settore turistico-alberghiero, dopo quella per il personale. L’utilizzo dell’energia elettrica rappresenta il 60-70% dei costi per le utenze di un normale hotel, pari a circa il 6% dei costi di esercizio complessivi.

 

Energia intelligente per un’ospitalità eccellente

Si sa, la reputazione è particolarmente importante nel settore turistico-alberghiero e gli ospiti sono sempre più attenti alle soluzioni adottate per contribuire concretamente alla riduzione delle emissioni. Il potenziale effetto a catena, derivante da un giudizio negativo in merito alle cattive pratiche ambientali può essere catastrofico, ecco perché gli hotel e i resort non stanno solo cercando di migliorare la loro immagine pubblica attraverso iniziative verdi, bensì stanno tentando di guadagnare una quota del fiorente mercato dell’ecoturismo che vale più di 600 miliardi di dollari ogni anno. Le catene alberghiere più grandi che lavorano per costruire le loro credenziali ecologiche competono anche con i nuovi eco-resort. Il progetto Restorative Island a Blackadore Caye di Leonardo DiCaprio mira a essere il più lussuoso resort ecologico mai costruito, mentre l’Oasis Eco Resort è destinato agli imprenditori rispettosi dell’ambiente.

 

L’efficientamento energetico non è solo una questione d’immagine

Mentre gli hotel e i resort hanno intrapreso iniziative di efficienza energetica al fine di risparmiare sui costi e valorizzare l’immagine, la maggior parte di essi deve ancora sperimentare il vero vantaggio competitivo dell’efficientamento energetico. Il passaggio all’illuminazione LED, pur essendo l’iniziativa di efficienza energetica più popolare per gli hotel, non incide profondamente sul consumo energetico. Le luci rappresentano meno del 4% del consumo totale di energia.

Una recente relazione, “Attività sostenibili nel settore alberghiero”, ha ripartito le aree di allocazione dell’energia in un normale hotel:

63% riscaldamento e acqua calda

11% cucina

6% aria condizionata

4% luci, televisione e radio

4% lavanderia

1% ventilazione

11% usi diversi

 

Ma come si può migliorare l’efficienza energetica di un Hotel?

Le soluzioni sono infinite, dalle moderne caldaie a gas a condensazione, alle finestre selettive, passando per impianti fotovoltaici e tecnologie per il risparmio… Sicuramente alla base di tutto dev’esserci una progettazione tecnica di coibentazione edilizia. Isolare significa infatti risparmiare energia e garantire il comfort interno in base alla struttura, al luogo e alle necessità; tra i materiali più isolanti e più efficaci abbiamo il legno, sostenibile, antisismico e naturale e tra le tecniche, il sistema costruttivo X-LAM, una particolare tecnica a pannelli massicci a strati incrociati. Progettare un nuovo edificio o ristrutturarne uno pre-esistente con pannelli in legno X-am, assicura isolamento termico e acustico e una forte tenuta all’aria, una tecnologia vincente sia in termini prestazionali sia per tempi di posa rapidissimi, logistica di cantiere semplificata e sostenibilità dei materiali utilizzati.

 

Vantaggi delle pareti in X-lam

– Tecnologia a secco
Le pareti in X-lam si posano “a secco”, senza la necessità di eseguire getti integrativi. Ciò facilita enormemente la gestione logistica del cantiere, limitando le attrezzature necessarie alle operazioni di montaggio. Rispetto a soluzioni tradizionali, le tecnologie a secco evitano di effettuare in loco stoccaggi di materiale e numerose altre operazioni.

– Velocità di posa e gestione ottimale del cantiere
La posa delle pareti in legno è molto rapida, e vi è la possibilità di immediata messa in carico delle strutture.

– Leggerezza delle strutture
Le strutture in X-lam sono molto più leggere rispetto a pareti realizzate con tecnologie tradizionali. Sono quindi ideali nei casi di sopraelevazione quando le strutture esistenti non sarebbero in grado di sopportare carichi troppo elevati.

– Caratteristiche prestazionali elevate
Dal punto di vista termico, igrometrico, energetico ed acustico le pareti in legno X-lam offrono:
– ottimi valori di isolamento termico;
– buon isolamento acustico;
– buona inerzia termica.

– Durante la fase di progettazione:
– tutti i dettagli possono essere facilmente risolti;
– la fisica delle costruzioni del progetto è verificabile in modo semplice;
– è possibile valutare la prefabbricazione dell’intera parete, incluso l’isolante.

– Attestata protezione antincendio
– Stabilità dimensionale con rigonfiamento e ritiro trascurabili
– Possibilità di mantenere a vista il lato interno del pannello nelle pareti
– Possibilità di realizzare edifici con grande rigidezza
– Effetto positivo sul benessere delle persone

Vuoi saperne di più?

Scopri tutti i vantaggi di ristrutturare a ampliare il tuo hotel con il legno